demetrio stratos

La diplofonia vocale la possiamo trovare in autori e cantanti del calibro di Demetrio Stratos.Il suo lavoro sperimentale è nello studio del canto e nelle preghiere di origine tibetane come si può constatare il canto - preghiera - tibetana risulta ad essere un suono generato dai suoni Bassi, Demetrio Stratos è nella sperimentazione di quel suono in tonalità più alte.

Diplofonie e futuro.

In Tibet i monaci inconsapevolmente producono due suoni contemporaneamente (diplofonia), in India i maestri per complimentarsi con gli strumentisti dicono "suoni lo strumento come una voce". Ambedue gli esempi ci servono per capire la totale differenza tra la cultura musicale occidentale ed orientale; nella nostra, la voce è sempre stata relegata all'interno di uno stile, di una tecnica ferrea ed indiscutibile. Anche nel secolo scorso le ricerche musicali non hanno tenuto conto delle potenzialità della voce.

Artaud come Bene e Stratos son state delle singolari figure, considerate marginali per le loro ricerche sottovalutate (Artaud fu anche scacciato dal movimento surrealista).

Artaud, primo esempio di ricerca vocale in occidente. Per farla finita col giudizio di dio

(Reintepretata da Demetri Stratos) Artaud, primo esempio di ricerca vocale in occidente. Per farla finita col giudizio di dio, preparata per la radio francese fu censurata per l'argomento trattato (uscì post morte); artaud veniva da circa 7 anni di manicomio ed elettroshockCarmelo Bene anch'esso figlio illegittimo di artaud, sviluppo la sua ricerca da un punto di vista teatrale: l'uso della voce e del corpo ma anche delle nuove tecniche di amplificazione.

La differenza tra Bene e Stratos? Forse due ricercatori complementari: uno del suono e l'altro del corpo.

Antonin Artaud

Una scoperta vocale è utile ai bambini, psichiatri, foniatri, logopedisti, folli, casalinghe

Perchè questa ricerca vocale? "sganciare la voce dalle sue ipoteche espressionistiche". Gli esercizi al limite del linguaggio sono liberatori, bisogna scovare i limiti del corpo e dell'uomo. 

Studio dei suoni intermedi (esempio) passando dalla consonante N alla L si ascolterà un suono intermedio, un armonico(suoni armonici, quelli che hanno una frequenza multipla di quella fondamentale). Cosa sono gli "armonici"? Sono note che vengono emesse assieme alla nota principale ma che vengono come "coperte" o "inglobate" nel suono della nota principale, sono considerate dei sotto-suoni e sono importantissime per la definizione del nostro mondo sonoro. Noi non ci accorgiamo coscientemente della loro presenza, ma ce ne accorgiamo nell'abbinare altre note. Le note che "stanno bene" (cioè che non creano contrasto) assieme alla nota che suoniamo sono in realtà gia presenti a livello di "armonici" nella vibrazione della nota principale. Come può accadere ciò? E’ un fenomeno naturale che si compie quando un corpo (una corda, un metallo eccetera) vibra. Immaginiamo una corda di chitarra che vibra: essa non vibra avanti e indietro spostandosi per intero ogni volta...essa vibra COME UNA FRUSTA. Cioè la vibrazione più ampia è accompagnata da tante vibrazioni di minore ampiezza prima e dopo la vibrazione più ampia. Queste vibrazioni minori (proporzionali come grandezza alla vibrazione principale) creano dei micro-suoni non direttamente sentiti chiamati "armonici". Immaginate, ripeto, una frusta in movimento per visualizzare il fenomeno. E' difficile descriverlo solo a parole.

Triplofonie

Una voce vettoriale + due armonici (formazione dell'accordo). Stratos riusciva a produrre vere e proprie orchestrazioni

Tutto Demetrio Stratos...

Morris Moratti info@morrismoratti.com